Tube ostruite. Implicazione del fattore tubarico di infertilità

29 Mag

tube di falloppioLe tube di Falloppio sono due strutture a forma di tromba che nascono dalla cavità uterina e si aprono all’altezza delle ovaie. Dopo l’ovulazione, le tube catturano l’ovulo sprigionato che viene fecondato nella parte più alta vicina alle ovaie. Per fecondarlo gli spermatozoi attraversano la vagina, il collo dell’utero, la cavità uterina e l’ultimo tragitto fino alla fine della tuba. Dopo la fertilizzazione, l’embrione (ovulo già fecondato) inizia le prime divisioni cellulari e si sposta attraverso la tuba verso l’utero dove si annida dando origine alla gravidanza.

In alcune donne le tube presentando problemi tali da rendere impossibile l’unione tra ovulo e spermatozoo. Queste pazienti non riescono a restare incinte in modo naturale e per questo motivo classifichiamo questa sterilità come causa tubarica o “fattore tubarico”. Questo problema è il responsabile del  10-25% dei casi di sterilità nei paesi sviluppati.

La causa più frequente è di tipo infettivo. Nella maggior parte dei casi, un’infezione passata è la responsabile della lesione nelle tube e di conseguenza dell’ostruzione. Queste infezioni sono associate a malattie di trasmissione sessuale per cui in pazienti con infezioni ginecologiche precedenti (Malattia Pelvica Infiammatoria) e infertilità, sospettiamo che la causa del problema sia l’ostruzione tubarica.

Ciononostante, in molti casi queste infezioni sono asintomatiche e passano inosservate alla donna, per cui l’inesistenza di casi di rischio precedenti non scarta l’ostruzione delle tube e deve essere analizzata nello studio basico di fertilità. Sebbene parliamo di infezioni ginecologiche, non ci riferiamo alle vaginiti causate da “funghi” che sono frequenti e non cause abituali di ostruzione tubarica.

Altre cause di lesione tubarica sono le aderenze provocate da interventi chirurgici addominali o da malattie infiammatorie come l’endometriosi. In questi casi si conosce la storia precedente e qualsiasi sospetto ci obbliga a verificare se le tube sono permeabili o no.

La prova diagnostica per eccellenza per diagnosticare o scartare l’ostruzione tubarica è l’Isterosalpingografia (HSG). In questo esame si inetta un liquido speciale di contrasto nell’utero mentre si fanno delle radiografie in serie studiando la distribuzione del liquido iniettato attraverso le tube per controllarne la permeabilità o chiusura. La HSG, assieme al Spermiogramma e alla valutazione della Riserva Ovarica, fanno parte dello studio basico della coppia con problemi di gestazione

Un altro modo per verificare la permeabilità tubarica è attraverso la laparoscopia. Questa procedura consiste nell’inserire un dispositivo ottico all’interno della cavità addominale mediante una piccola incisione all’altezza dell’ombelico. In questo modo avremo una visione diretta delle tube e potremo valutarne la morfologia e la permeabilità iniettando all’interno dell’utero un apposito colorante. Questa esplorazione è una tecnica chirurgica che richiede anestesia totale e non è esente da complicazioni, per cui verrà effettuata solo in caso fosse necessario risolvere altre problematiche (chirurgia di miomi, cisti o endometriosi).

L’ecografia non permette la visualizzazione delle tube, per cui non si tratta di un’esplorazione idonea alla valutazione della permeabilità. Solo quando oltre all’ostruzione della tuba vi è un accumulo di liquido (idrosalpinx) sarà possibile vederlo con un’ecografia; questo fattore è importante per la diagnosi delle implicazioni diagnostiche necessarie per la prognosi della Fecondazione In Vitro (FIV).

La restaurazione della fertilità naturale attraverso la chirurgia è estremamente complessa, richiede un tempo prolungato per valutarne l’effettività e sfortunatamente le possibilità di risolvere il problema sono molto limitate. Per questo motivo la FIV è il trattamento scelto per la maggior parte delle pazienti perché permette di fecondare l’ovulo in laboratorio sostituendo la funzione delle tube.

La Fertilizzazione in Vitro come trattamento nei casi di sterilità per motivi tubarici ha un tasso di successo eccellente, per cui l’ostruzione delle tube o persino l’assenza delle tube dopo un’estirpazione chirurgica (salpingectomia) non rappresentano un vero ostacolo per poter ottenere una gravidanza.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: