L’età della madre alla menopausa può influenzare la fertilità femminile


Fertilità femminileLa fertilità di una donna può essere fortemente legata all’età in cui sua madre è entrata in menopausa. Una ricerca ha stimato che le donne le cui madri hanno raggiunto la menopausa prima dei 45 anni, possono avere meno uova nelle loro ovaie rispetto alle donne della stessa età le cui madri hanno avuto una menopausa tardiva.

Il numero di uova che le donne producono nelle loro ovaie, una misura nota come ‘riserva ovarica’, è tutt’oggi impossibile da quantificare prima dell’arrivo della menopausa, quindi del periodo di fine della produzione. I ricercatori hanno fatto invece affidamento sui metodi utilizzati dai medici per predire la futura fertilità di una donna. Questo metodo viene indicato come il ‘test dell’orologio biologico’ e guarda i livelli di ormone anti-mulleriano (AMH) nel sangue delle donne e il loro numero di follicoli antrali (AFC).

In uno studio, pubblicato sulla rivista Human Reproduction, 527 donne di età compresa tra i 20 ei 40 anni, sono state divise in gruppi, a seconda che le loro madri avessero avuto una menopausa precoce, normale, o in ritardo. I livelli medi di AMH è diminuito rispettivamente del 8,6 per cento, 6,8 per cento e 4,2 per cento l’anno. Risultati simili sono stati ottenuti utilizzando AFC per le letture dei gruppi.

Questo è il primo studio a suggerire che il declino relativo all’età di AMH e AFC possono differire tra quelle donne le cui madri sono entrate in menopausa prima dei 45 anni e quelle le cui madri sono entrate in menopausa dopo i 55 anni. Questi risultati supportano l’idea che la riserva ovarica è influenzata da fattori ereditari.

Altri studi suggeriscono che è di circa 20 anni il divario tra il tempo in cui una donna inizia il declino del periodo fertile e l’inizio della menopausa. Questo significa che per le donne che entrano in menopausa a 45 anni il loro declino della fertilità può avere inizio già a partire dai 25 anni.

In linea con l’intervallo suggerito di 20 anni tra il primo calo della fertilità e la menopausa, si è ipotizzato che i fattori materni possono anche avere un impatto sul potenziale di fertilità di una donna.
Tuttavia, altri scienziati hanno sollecitato cautela nell’interpretare i risultati di questo studio, la riserva ovarica di singole donne è soggetta a un elevato grado di variazione. Come è accaduto spesso, molte donne avranno meno uova ma tuttavia potrebbero non verificarsi problemi nel rimanere incinta.

Rimanere incinta

Il team che sta dietro la ricerca è ora in programma di cinque anni di follow-up per valutare meglio una riproduttiva singole donne una vita.

Per questo motivo è consigliato eseguire un monitoraggio dell’ovulazione di tanto in tanto, per permettere al vostro ginecologo di stabilire eventuali cali della produzione di uova e pensare a rapporti mirati nel caso vogliate avere dei figli.

Annunci

Ogni commento è gradito se coerente

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: