Tag Archives: morula

Divisioni normali e anormali degli embrioni

14 Lug

EmbrioneFin da sempre assumiamo che dobbiamo appartenere a dei canoni specifici. Questi canoni si stabiliscono in funzione di una formula, ad esempio i bambini durante i controlli pediatrici vengono valutati in funzione di un percentile di altezza e peso. Quando siamo adulti veniamo valutati in base all’indice di massa corporea. In entrambi i casi si cerca di assegnare un valore di  “normalità”. Ma cosa si considera in realtà normale?

Questo avviene anche in fase embrionaria. L’osservazione del processo di suddivisione embrionaria è necessario per valutare se gli embrioni si dividono in modo normale o no. Questa osservazione deve essere effettuata in momenti specifici, in modo tale che ogni singolo embrione viene osservato e analizzato giornalmente.

Durante il suo sviluppo, l’embrione segue la sequenza seguente: dopo l’inseminazione o microiniezione, i pronuclei materno e paterno appaiono durante le 12-20 ore successive. Si spera che avvenga rispettando questi tempi, anche se si sono verificati casi in cui questo è avvenuto nelle prime 12 ore dando origine a embrioni normali, sebbene dalle osservazioni abituali non siamo in grado di dare una valutazione esatta.

Dopo l’apparizione dei pronuclei, gli embrioni verranno osservati 24-27 ore dopo nella speranza di trovare embrioni di 4 cellule e successivamente 24-27 ore dopo nella speranza di trovare embrioni di 8 cellule, 27-31 ore dopo dovrebbero essere compatti e l’ultima osservazione avverrà 18-24 ore dopo quando l’embrione dovrebbe essere in fase di blastocisti.embrione

Questi valori di riferimento non sono sempre presenti in tutti gli embrioni, ma questo non significa necessariamente che si stiano dividendo in modo “non normale”, che siano embrioni di scarsa qualità o che non siano in grado di sfociare in una gravidanza a termine. Gli embrioni sono cellule in processo di divisione, hanno un “ritmo” che non sempre è uguale in tutti gli embrioni e che dipende in gran misura dal momento in cui vengono osservati in quanto non tutti rispettano le fasce orarie stabilite.

Ad esempio, possiamo trovare embrioni di 2 o 5 cellule quando dovrebbero essere di 4 o embrioni di 6, 7 o 9 cellule quando dovrebbero essere di 8. O persino embrioni che iniziano la cavitazione quando dovrebbero essere già in blastocisti.

Ma sono tutti embrioni trasferibili, la cosa più importante è che diano origine ad una gravidanza.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: